Enti Organizzatori
In collaborazione con
Media Partner
Con la collaborazione di

Tour 3.  Ferrara e Bologna

Azienda Sperimentale Salvi Vivai – Runco (FE)

questo campo sperimentale nasce dalla collaborazione tra l’Università di Bologna e l’azienda Salvi Vivai. L’impianto, che attualmente copre una superficie di circa 2 ha, è stato messo a dimora in momenti successivi a partire dal 2014. Sono in prova le varietà della serie “Sweet”, e altre cultivar di recente introduzione di origine ungherese, messa a confronto con cultivar tradizionali (Kordia, Ferrovia e Regina).

Il campo sperimentale è stato progettato sulla base di un impianto super intensivo, di fatto sono stati utilizzati due sesti di impianto ed un solo portinnesto, il Gisela 5. I sesti di impianto hanno una spaziatura tra le file di 3.3 m, mentre sulla fila, quindi tra le piante, abbiamo due spaziature da 0.5m e da 1m. in maniera da ottenere due sesti di impianto come segue: 3 x 0,5 m (6600pte/ha) e 3 x 1 m (3300pte/ha).

Data l’elevata densità di impianto la forma di allevamento utilizzata è il super spindle, con un’altezza massima impostata su 3m. L’impianto è protetto da una copertura monofilare fino alla base della pianta con una rete multifunzione antiacqua-antigrandine-antibrina-antidrosophyla. La parte apicale della rete ha una doppia tessitura, con funzione di blocco della pioggia, riducendo in maniera quasi totale tutti i danni di spaccatura su frutto provocati dalle precipitazioni atmosferiche. La tessitura della rete ci permette di effettuare trattamenti anche quando le reti sono abbassate.

Nell’impianto vengono effettuate due potature, una estiva tra fine agosto e settembre per stimolare la differenziazione delle gemme ascellari e una a fine febbraio-marzo.

Questo tipo di produzione ha la finalità di ottenere ciliegie di qualità elevata con calibri costanti superiori ai 28mm. La produzione per ettaro è stimabile intorno alle 12-14 ton con una percentuale di calibro 28+ pari al 90%.

È presente anche una prova portinnesti in cui si confrontano le performance produttive e qualitative di diversi portinnesti (con diverse vigorie e diversi sesti di impianto) in combinazione con la cultivar Kordia.

Scheda

Località: Runco, Portomaggiore (FE)

Via: Bertazzina di sopra

 

Ettari totali: 2 ha

Ettari ciliegio: 2 ha

Varietà principali: serie “Sweet”, Grace star, Marysa, Kordia, Ferrovia, Regina, Vera, Carmen, Axel Alex, Rita.

Età impianto/i: impianti successivi a partire dal 2014

Portainnesto/i: principalmente Gisela 5 ed altri portinnesti in prova

Sesto di impianto: 3×0,5 m e 3×1 m

Forma/e di allevamento: principalmente asse colonnare

Calendario raccolta: dal 15 maggio al 30 giugno

 

Sistema di irrigazione: fertirrigazione a goccia

Coperture (antipioggia, antigrandine, antinsetto): rete monofilare multifunzionali antigrandine, pioggia e insetti e DPI

Tipo di produzione (es. convenzionale, integrata, biologica, ecc): convenzionale

Azienda Sperimentale Salvi Vivai – Runco (FE)

: This experimental station is born thanks to the collaboration between the University of Bologna and the company Salvi Vivai. The orchard, that covers about 2 hectares at the moment, was planted in different periods, starting from 2014. Currently, plants from the “Sweet” series are tested as well as other recently introduced hungarian cultivars and compared to traditional ones (Kordia, Ferrovia and Regina).

The experimental station has been designed on the base of a super-intensive orchard; as a matter of fact, two different planting densities have been adopted and one rootstock type has been chosen, Gisela 5. The planting density considers 3.3 m between rows, with two different intra-row distances: 0.5 m or 1 m, so to obtain two different planting systems: 3 x 0.5 m (6600 trees/ha) and 3 x 1 m (3300 trees/ha).

Due to the high plant density, the training system used is the super spindle, with a maximum tree height of 3 m. The plantation is protected by a single-row cover, reaching the tree base, that acts as multi-purpose net: anti-rain, anti-hail, anti-frost and anti-drosophila. The apical part of the net has a double texture that blocks the rain, reducing about the total fruit cracking damages due to precipitation events. This texture type allows spray treatments also when nets are positioned.

The plants are pruned two times per year: first, at the end of the summer, between August and September, to stimulate the axillary buds differentiation and the second is done at the end of February-beginning of May.

This orchard type has the purpose to obtain high-quality cherries with constant calipers of 28 mm and above. The unitary production is estimated in 12-14 tonnes/ha with a caliber class 28+ percentage of 90%.

A rootstock trial is also present, where productive and qualitative performances are related to different rootstocks (having different vigour and different planting systems) combined with the cultivar Kordia.

Profile

Place: Runco, Portomaggiore (FE)

Addess: Bertazzina di Sopra Street

 

Total area: 2 hectares

Cherry orchard area: 2 hectares

Main varieties: “Sweet” series, Grace star, Marysa, Kordia, Ferrovia, Regina, Vera, Carmen, Axel Alex, Rita.

Planting years: following plantations from 2014

Rootstock(s): mainly Gisela 5 and other rootstocks on a trial

Planting system: 3×0,5 m e 3×1 m

Training system: mainly Super Spindle

Harvest calendar: from May 15th to June 30th

 

Irrigation system: drip fertigation

Cover nets: monoline multipurpose covers anti-rain, anti-hail and anti-insects nets and DPI

Production type: traditional

Azienda Agraria Università di Bologna – Cadriano di Granarolo (BO)

L’Azienda Agraria nasce nel 1974 con la missione di supportare la ricerca e la sperimentazione dei due dipartimenti dei plessi di Agraria e di Medicina Veterinaria attraverso una fondamentale funzione di sostegno ai numerosi progetti di ricerca e alle attività didattiche dell’ateneo felsineo. Strutturata in sei unità operative e quattro unità aziendali, l’attività di AUB si sviluppa su una superficie complessiva di circa 300 ettari.

La sperimentazione sul ciliegio in AUB è condotta presso due centri aziendali: nei 7 ha del podere “Il grillo” di Vignola (MO) viene svolta prevalentemente l’attività dedicata al miglioramento genetico del ciliegio. Nei 2 ha dedicati al ciliegio presso il podere “Sant’Anna” del Centro didattico di Cadriano (BO) la ricerca è invece indirizzata sui moderni sistemi di impianto e sulle tecniche di copertura dei ceraseti.

La gestione degli impianti segue gli indirizzi dei disciplinari di produzione integrata.

Sono presenti due impianti: uno al 5° anno allevato a triasse su Gisela 6 a 4×1,5 m con selezioni e varietà del progetto Sweet; il secondo al 10° anno con tre forme di allevamento (fusetto, fuso e ypsilon), diversi sesti di impianto, portainnesti e due varietà (Black Star e Regina).

Azienda Agraria Università di Bologna – Cadriano di Granarolo (BO)

The experimental farm of the University of Bologna (AUB) was born in 1974 with the mission to support the research and experimental activities of the departments of Agriculture and Veterinary Medicine, through fundamental assistance to the many research projects and to the teaching activities of the University. The AUB is composed of six operative units and four farm units, over a total farm area of about 300 hectares.

Trials conducted at AUB on sweet cherry are located in two different locations: at the Vignola (MO) small farm “il grillo” (7 hectares) where breeding activities are mainly performed and at the experimental-teaching center of Cadriano (BO), where researches are mainly focused on modern planting systems and on sweet cherry orchard covering techniques, managing the 2 hectares of the “Sant’Anna” small farm.

The orchard system management is carried out according to the guidelines for integrated production.

At S. Anna farm, there are two orchards: i) one with 5 years old plants, trained as tri-axis, grafted on Gisela 6 rootstock and with a planting distance of 4 x 1,5 m, where new selections and varieties from the Sweet series project are used; and ii) a second one at its 10th year, with three different training systems (small spindle, spindle and ipsilon), different planting distances, different rootstocks and two varieties (Black Star and Regina).

Azienda Agricola Beltrami – Contrapò (FE)

L’azienda è sita in provincia di Ferrara nella frazione di Contrapò ed è a conduzione familiare. L’azienda ha una superficie di 15 ettari investiti quasi esclusivamente a frutteto di cui 2 ettari a ciliegio. I primi impianti ad alta densità sono stati realizzati nel 2001, ad oggi il sesto adottato è 50 cm sulla fila e 330 cm tra le fila.
Il frutteto è dotato di irrigazione a goccia, anti grandine e anti pioggia.
La forma di allevamento è ad astone colonnare che otteniamo e gestiamo con la potatura al bruno ed eventualmente al verde a seconda della varietà e dell’età delle piante.
L’epoca di raccolta va dai primi di giugno e si prolunga fino alla prima settimana di luglio.

Scheda

Nome azienda: Azienda Agricola Beltrami

Premessa, descrizione: l’azienda è sita in provincia di Ferrara nella frazione di Contrapò ed è a conduzione familiare.

 

Scheda aziendale

Località: Contrapò (FE)

Via: Prebenda, 34,

 

Ettari totali: 15

Ettari ciliegio: 2

Varietà principali: varie

Anno/i impianto/i: 2001

Portainnesto/i: Gisela 5

Sesto di impianto: 3,3 x 0,5 m

Forma/e di allevamento: asse colonnare

Calendario raccolta: dai primi di giugno fino alla prima settimana di luglio

 

Sistema di irrigazione: a goccia

Coperture (antipioggia, antigrandine, antinsetto): reti antigrandine e antipioggia

Tipo di produzione (es. convenzionale, integrata, biologica, ecc): integrata

Azienda Agricola Beltrami – Contrapò (FE)

The farm is located in the Ferrara province, in Contrapò area, and is a family-run business.

Profile

Place: Contrapò (FE)

Address: Prebenda Street, 34,

 

Total area: 15 hectares

Sweet cherry orchard area: 2 hectares

Main varieties: several

Planting year: 2001

Rootstock: Gisela 5

Planting density: 3,3 x 0,5 m

Training sysyem: Central leader-axe

Harvest calendar: from the beginning of June to the first week of July

 

Irrigation system: drip irrigation

Cover nets: anti-rain and anti-hail nets

Production type: integrated

 

Enti Patrocinatori